La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Natale 2018

E-mail Stampa PDF

NATALE DEL SIGNORE (Messa della notte) – Solennità

25 dicembre 2018

Is 9,1-6,dal Sal 95, Tt 2,11-14, Lc 2,1-14

Oggi è nato per voi un Salvatore.

Mezzanotte è l'ora giusta per celebrare la Messa di Natale, ma mezzanotte non è tanto l'ora dell'orologio - potrebbero anche essere le 11 o le 10 - è l'ora del mondo, perché il mondo è nel buio della notte, nel punto più buio della notte, è il buio dell’ingiustizia, della violenza, della paura, ma è proprio in quest'ora che Dio decide di nascere, che Dio decide di venire per salvare il mondo.

È questo l’ avvenimento che supera ogni nostra immaginazione, l’avvenimento che celebriamo in questa notte a mezzanotte. È la consapevolezza che il mondo ha bisogno di essere salvato che ci fa capire che il Natale è per noi oggi, è la consapevolezza che Dio viene come Salvatore che rinnova la nostra speranza.

Ma è sorprendente il modo in cui Dio viene a salvare il mondo, un modo molto diverso dalle nostre aspettative. Noi, quando ci rendiamo conto che le cose non vanno, vorremmo che venisse qualcuno potente a sistemare tutto. Dio non viene per sistemare tutto, Dio viene per incarnarsi facendosi piccolo e facendosi povero. Rimaniamo sempre sorpresi davanti a questo bambino, che è il figlio di Dio, Salvatore del mondo. (continua a leggere)

 

In realtà la storia del mondo, la storia di oggi - se fosse possibile - ce lo fa capire ancora meglio. Non è con la potenza, non è con la violenza che si sistemano le cose, ma incarnandosi, prendendosi carico delle cose, perché Dio è il salvatore dell'uomo, quello che gli sta a cuore è il bene, la vita, la pace dell'uomo e di tutti gli uomini. Quante volte noi vorremmo una pace che è la distruzione dell'avversario, vorremmo una sicurezza che è l'eliminazione di quello che consideriamo diverso.

No, non è questo il modo di operare di Dio, la pace viene dal rendersi fratelli, la sicurezza viene dal cercare insieme il bene comune ed è questo il grande dono che il Natale ci fa, il giorno di cui ha bisogno il mondo.

Il figlio di Dio viene per diventare uno di noi, per farsi in tutto simile a noi, perché ciascuno di noi possa riscoprire la sua dignità di essere stato creato fin dall'inizio a immagine del figlio di Dio. Il figlio di Dio si fa uomo per dare a noi uomini la grazia di diventare in Lui figli di Dio e, se figli, fratelli tra di noi.

È quello che abbiamo cercato anche di rappresentare nel presepio di quest’anno: alla fine della Messa vi invito ad avvicinarvi. È un presepio che non ha solo un bambinello, ma ne ha cinque con i colori dei cinque continenti, un Gesù che è di carnagione chiara ma anche un Gesù che è di carnagione gialla, un Gesù che è di carnagione olivastra, un Gesù di carnagione scura ed è davvero così che ognuno deve pensare al Natale, perché Gesù si è fatto simile a noi. Noi giustamente pensiamo Gesù con il colore della nostra pelle e così deve fare ogni popolo del mondo, perché certo Dio non ha colore, ma volutamente ha voluto farsi in tutto simile a noi, perché noi potessimo diventare simili a Lui.

Questo straordinario dono di fraternità supera tutti i confini, supera tutte le diversità o meglio le valorizza tutte, fa della Chiesa la casa di tutti i figli di Dio: la Madre di tutti i figli di Dio é la primizia dell’umanità nuova, perché accogliendo e valorizzando anche le differenze possiamo scoprire l'infinita ricchezza che in Gesù è donata ad ogni uomo.

Allora in questa notte nasce non solo un bambino, nasce con Lui un’umanità nuova. Se ci riconosciamo bisognosi di salvezza, se accogliamo Gesù come Salvatore diventiamo insieme con Lui uomini e donne nuove per ridonare speranza e pace all’umanità intera.

(dall’omelia di don Stefano Ottani)

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Gennaio 2019 19:29  

Calendario Eventi

June 2019
M T W T F S S
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Ricerca

whosonline

 152 visitatori online

Galleria di Immagini

_mg_2854-001.jpg