La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La Parrocchia Parola attraverso le omelie MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO.

MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO.

E-mail Stampa PDF

MARIA SANTISSIMA MADRE DI DIO.

1 gennaio 2019

Nm 6, 22-27, dal Sal 66, Gal 4,4-7, Lc 2,16-21

I pastori trovarono Maria e Giuseppe e il bambino. Dopo otto giorni gli fu messo nome Gesù.

 

La Chiesa vive questo primo giorno del nuovo anno secondo il calendario civile, celebrando la festa della maternità di Maria, madre di Dio. Questo è il modo più vero, pregnante per iniziare l'anno nuovo, altrimenti faremmo fatica a capire perché è nuovo. In fondo il tempo è come una ruota che gira, è nuovo un momento e subito diventa vecchio. È Maria che ci fa capire qual è la vera novità della storia.

La prima cosa da dire è che la vera novità della storia è Gesù, lui è l'uomo nuovo che ha dato inizio alla storia nuova che ha cambiato il destino dell'umanità. Era un destino di morte, è diventato un destino di resurrezione, di pienezza di vita.

Allora, se vogliamo che questo anno sia nuovo, dobbiamo fare come Maria, dobbiamo dare Gesù. Questa è la novità che il mondo attende, altrimenti tutto rimane come prima: Gesù, il suo Vangelo è questa grande novità che cambia la storia. (continua a leggere)

 

Una seconda considerazione: dobbiamo dare Gesù, come si dà un figlio, come lo ha dato Maria. Un figlio deve essere prima di tutto accolto dentro di sé, fatto crescere dentro di sé, atteso con pazienza, con amore, poi donato, ma ancora accudito.

 

Che cosa abbiamo noi da dare al mondo, se non quello che prima abbiamo accolto dentro di noi, perché diventi nostro? In qualche modo doniamo noi stessi, donando il meglio di noi.

Ecco, prefiggiamoci di donare al mondo quest'anno qualcosa di nostro, e nostro è quello che noi abbiamo accolto, abbiamo fatto diventare carne della nostra carne e lo doniamo al mondo, non sbarazzandocene, ma ancora accudendolo, perché cresca, cresca il bene, cresca la solidarietà.

La liturgia oggi, insieme a questa pagina del Vangelo che sottolinea la maternità di Maria, unisce un'altra pagina, la prima lettura, che ritengo sia un altro elemento di novità, perché il Signore parlò a Mosè e gli disse ‘parla ad Aronne, ai suoi figli, dicendo: così benedirete gli Israeliti, direte loro ti benedica il Signore’.

Il primo giorno dell'anno è il giorno in cui si fanno gli auguri; certo è una bella usanza che rischia di essere però un'usanza vuota: auguri di che e perché? Anche i pagani usavano esattamente questa espressione, certo preziosa e speriamo di continuare, ma mi sembra che sia bello fare come il Signore ha insegnato a fare a Mosè e ai suoi figli. Più ancora che fare gli auguri, invocare la benedizione di Dio: ti benedica il Signore e ti custodisca, faccia risplendere su di te il suo volto e ti faccia grazia. È quello che devono fare i padri, i genitori.

Davvero riscopriamo questa bella abitudine cristiana. La benedizione del padre, della madre è quella che incoraggia alla vita, che permette a un figlio di andare lontano e impariamo così a farci gli auguri, invocando la benedizione di Dio su di noi.

L'ultima cosa di questa giornata: il primo giorno dell'anno è anche la giornata mondiale per la pace. L'anno che abbiamo davanti sarà un anno nuovo se sarà un anno di pace, ma la pace dipende da noi. Come dice papa Francesco, la pace è un'opera artigianale, non è una produzione industriale, non servono grandi tecnologie, la pace è fatta con le nostre mani, stringendo la mano, aiutando chi c'è vicino. Il messaggio che il papa ci ha rivolto in questa giornata mondiale della pace è: la buona politica a servizio della pace. Sappiamo quanto ce ne sia bisogno e sia davvero questo il contributo, il contributo artigianale, che rende nuovo e piena di speranza l'anno che il Signore ci dona.

 

(dall’omelia di don Stefano Ottani)

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Maggio 2019 16:58  

Calendario Eventi

June 2019
M T W T F S S
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Ricerca

whosonline

 136 visitatori online

Galleria di Immagini

_mg_6751.jpg