La Cupola fra le Torri

Parrocchia dei Santi Bartolomeo e Gaetano, Bologna

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home La Comunità Bollettino Digiuno e preghiera

Digiuno e preghiera

E-mail Stampa PDF

(editoriale dal Bollettino parrocchiale n. 137)


Pace, pace, pace!

Carissimi,

tutti dicono di volere la pace. Perché allora la pace non viene? Quale pace vogliamo? Al momento ci basterebbe un cessate il fuoco generale, ma non sarebbe la pace, solo una tregua in attesa di una nuova esplosione.

Qualcuno pensa ad una situazione priva di conflitti, in cui gli equilibri raggiunti sono fissi e intoccabili, con la conseguenza di mantenere tutte le disparità attuali, dove l’1% della popolazione possiede e spreca più del 90% delle risorse mondiali.

Vicini ormai ad avviare i progetti per il prossimo anno pastorale, non possiamo non inserire la pace tra gli obiettivi programmatici, se non vogliamo che le nostre proposte lascino tutto come prima.

Non c’è pace senza giustizia. Per questo non ci può essere pace senza lasciarci inquietare dalla situazione precedente allo scoppio della guerra. La necessità di un rinnovamento profondo non è legata a questioni interne, o al desiderio di fermare un’emorragia di praticanti, ma ne va del futuro dell’umanità e della missione della Chiesa. Parlare di pace deve essere doverosamente inquietante, richiede una conversione profonda, qui e ora.

Mi permetto allora di lanciare un’idea che qualcuno potrà fare propria: come segno di coinvolgimento personale ci impegniamo a compiere un atto di penitenza e di preghiera, saltare la cena tutti i venerdì sera, per dedicare una mezz’ora alla preghiera tra le 19.30 e le 20.00.

Nella nostra chiesa a quell’ora si ritrova la Comunità di S. Egidio per uno dei due momenti di preghiera settimanale: si può partecipare a quella celebrazione o anche semplicemente ritirarsi in camera propria in silenzio, con il Vangelo o la corona del Rosario in mano.

Il piccolo digiuno ci aiuterà a capire le enormi sofferenze patite in tante parti del mondo per questa terza guerra mondiale a pezzi, così da renderci un po’ più attenti e solidali con chi subisce violenza e distruzione. Ci preparerà anche a sopportare le conseguenze della follia della guerra che arriveranno anche da noi, per rafforzare l’impegno di tutti: mai più la guerra!

Don Stefano Ottani,

parroco

 

Per scaricare il Bollettino parrocchiale cliccare qui

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Giugno 2022 08:36  

Calendario Eventi

May 2024
M T W T F S S
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Ricerca

whosonline

 14 visitatori online

Galleria di Immagini

_mg_5603.jpg